Esplora contenuti correlati

Modalità colloquio d’esame

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “F. GATTI” di CURNO

C.F. 95118930163 – Cod. Mecc. bgic84500a
Via IV Novembre 33 – 24035 Curno (BG) –  035/4156696

 

Circ. 224                            

Prot. 3813/IV

Curno, 03 maggio 2022

 

Ai genitori degli alunni

Classi terze

Scuola secondaria di primo grado

E p.c. ai docenti

Oggetto: Modalità colloquio d’esame

 Come già anticipato nella circolare n. 218 del 26/04/2022, si comunicano le modalità di svolgimento della prova orale dell’Esame (colloquio) stabilite dal collegio dei docenti della scuola secondaria.

Dal 14 al 20 maggio

A partire da un proprio interesse scolastico (un’esperienza scolastica, un argomento, un’attività, …) o extrascolastico, ciascun alunno propone tre “spunti iniziali” con i quali pensa di poter esprimere al meglio le proprie conoscenze e competenze, valorizzando quanto ha imparato nel percorso di studi ma anche in contesti diversi, senza indicare priorità.

Gli argomenti dovranno avere un collegamento con le discipline e fare riferimento alle tematiche interdisciplinari trattate nel corso dell’anno.

Il coordinatore di classe raccoglierà le proposte e le porterà all’attenzione del consiglio di classe che, nella riunione prevista per il 23 maggio, assegnerà in modo “formale” a ciascun alunno il “punto di partenza” del percorso pluridisciplinare del colloquio. Per ogni alunno verrà individuato un docente tutor.

Il tutor NON farà il lavoro per l’alunno ma lo supporterà indirizzandolo e verificando la coerenza e l’adeguatezza del percorso progettato. Il tutor riferirà ai colleghi del consiglio di classe come l’alunno ha saputo organizzarsi.

25 maggio

Il giorno 25 maggio verrà comunicato agli alunni quale sarà lo spunto iniziale del colloquio d’esame e chi sarà il docente tutor.

Dal 25 maggio al giorno del colloquio

L’alunno dovrà elaborare una mappa e preparare un “prodotto” da presentare al colloquio.

  • Predispone una mappa (in digitale, da proiettare) in cui evidenzia gli argomenti e le discipline che si collegano allo spunto iniziale individuato.

 Il percorso pluridisciplinare previsto:

  • dovrà coinvolgere più discipline (non necessariamente tutte le discipline, ma quelle con cui possono essere fatti collegamenti con nessi logici evidenti);
  • dovrà essere coerente con la tematica interdisciplinare (educazione civica) a cui l’argomento assegnato dal consiglio di classe fa riferimento;
  • potrà prevedere una parte in lingua inglese e spagnola non essendo prevista la prova scritta di queste discipline; in ogni caso le competenze dovranno emergere e saranno valutate nel colloquio;
  • dovrà essere frutto di un’idea originale e personale, quindi diversa da quelle dei compagni di classe o da altro materiale trovato in rete.
  • Prepara un “prodotto” (coerente con lo spunto iniziale/con la mappa del colloquio) che potrà essere di varia tipologia:
  • presentazione, anche multimediale
  • video
  • produzione artistica
  • produzione tecnico-pratica
  • produzione strumentale (per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale)

Il docente tutor riferirà ai colleghi del consiglio di classe come l’alunno ha saputo organizzarsi.

Svolgimento del colloquio d’esame

A partire dallo spunto iniziale e dal prodotto, l’alunno:

  • “presenta” il suo prodotto ed espone i diversi argomenti del suo percorso seguendo la mappa pluridisciplinare preparata, argomentando e motivando i collegamenti individuati;
  • risponde alle domande che i docenti gli porranno e che potranno riferirsi al programma svolto durante l’anno scolastico;
  • per gli alunni del musicale è prevista la prova pratica di strumento.

Il colloquio sarà valutato in decimi secondo i criteri esplicitati nella circ.  218 con particolare attenzione alle capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento organico e significativo tra le varie discipline di studio.

Si auspica che tutti gli alunni lavorino con serietà ed impegno, seguendo le indicazioni dei propri docenti, al fine di sostenere delle prove d’esame in cui dimostrare al meglio le conoscenze, abilità e competenze acquisite per concludere il percorso di studi della scuola secondaria di primo grado con i migliori risultati e la massima soddisfazione.

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Maria Lina MAZZOLENI

Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ai sensi dell’art.3, comma 2 del D.Lgs. n.39/1993

 

 

torna all'inizio del contenuto