Esplora contenuti correlati

Chiarimenti e precisazioni su gestione alunni con sintomi e certificati Rodari

Istituto Comprensivo Statale di Curno “F. Gatti”
Via IV novembre, 33 – 24035 Curno (BG) Tel. 035 4156696
email: bgic84500a@istruzione.it – sito web: http://www.iccurno.edu.it

Cod. Mecc. bgic84500a – pec: bgic84500a@pec.istruzione.it

C.F. 95118930163 – Codice univoco: UFKJL1

Circ. n. 32/c Curno, 29 settembre 2020

Prot. n. 5322/08-02

Ai genitori degli alunni

Scuola primaria Rodari

E pc al personale docente/ATA

Oggetto: chiarimenti e precisazioni su gestione alunni con sintomi e certificati 

  • Vista la Circ. Regione Lombardia prot. G1.2020.0031152 del 14 settembre 2020
  • Vista la Nota Regione Lombardia prot. 0084045 del 22 settembre 2020
  • Vista la Circ. del Ministero della Salute prot. 0030847 del 24 settembre 2020
  • Visto il Documento di indirizzo a supporto degli istituti scolastici della provincia di Bergamo per l’avvio dell’anno scolastico aggiornato al 24 settembre 2020

A precisazione di quanto già dettagliato nella Circolare N. 20 del 18 settembre 2020 si comunica quanto segue:

  • Dopo un’assenza dovuta a motivi non riconducibili a sospetto Covid (altre malattie che non hanno richiesto l’effettuazione del tampone, impegni familiari, visite mediche, …) non viene richiesta la certificazione; in questi casi il genitore giustifica l’assenza del figlio/a secondo la consueta modalità.
  • Dopo un’assenza dovuta a sintomi Covid, per cui sia stato effettuato il tampone (sia con esito negativo che positivo e successiva negativizzazione), il rientro a scuola può avvenire solo con la presentazione del Certificato di riammissione sicura in collettività, rilasciato dal pediatra/medico di base.
  • Il Certificato di riammissione sicura in collettività verrà consegnato al docente della prima ora che provvederà a trasmetterlo al referente Covid del plesso.

 

  • Per accedere al punto tampone il genitore del minore deve compilare e presentare l’Autodichiarazione ai sensi dell’art.47 D.P.R. n. 445/2000 – Minori che frequentano comunità scolastiche/educative (Modulo 2). Il genitore può stampare il modello che si allega alla presente.
  • Nel caso in cui l’alunno/a manifesti i sintomi in ambito scolastico, il modello verrà fornito direttamente dalla scuola al genitore, che lo compilerà e lo consegnerà al punto tampone.
  • I genitori sono invitati ad inviare qualsiasi comunicazione relativa a problematiche Covid (quarantena, quarantena fiduciaria, assenza per Covid, certificati di riammissione alla collettività, …) ai seguenti indirizzi:

1- alla posta istituzionale della scuola (BGIC84500A@istruzione.it)

2- alla Referente Covid Istituto Monfredini Anna monfredini.anna@iccurno.edu.it

3- alla Referente Covid del plesso Gasparini Rita gasparini.rita@iccurno.edu.it

Indicare nome e cognome dell’alunno, classe, sezione e plesso di appartenenza.

Il trattamento dei dati avverrà nel pieno rispetto della normativa sulla privacy.

  • La scuola procederà alla misurazione della temperatura a campione, come da Regolamento recante misure di prevenzione e contenimento della diffusione del Sars-Cov-2 dell’Istituto.
  • Nel caso in cui un alunno/a non rispetti il Regolamento (distanziamento, mascherina quando richiesta, igienizzazione delle mani) il docente richiamerà verbalmente l’alunno guidandolo ad una riflessione sul significato e sull’importanza del rispetto delle regole, oltre che sulle ragioni e le possibili conseguenze del suo comportamento; se l’alunno persiste nell’atteggiamento il docente procede con l’annotazione sul registro.

Qualora il comportamento dovesse reiterarsi il docente avviserà il referente Covid e/o il dirigente scolastico che contatteranno direttamente i genitori al fine di concordare strategie educative di intervento.

  • Si comunica inoltre che, per ragioni di sicurezza, non è consentita la condivisione/distribuzione di alimenti (caramelle, biscotti ecc.) in occasione di compleanni o altre feste.

In calce alla presente si allega uno schema sintetico di quanto disposto dalle autorità competenti in merito al trattamento dei casi di sospetto Covid in ambito scolastico.

Si ringrazia per la collaborazione.

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Maria Lina Mazzoleni

(Firma Autografa omessa ai sensi e per gli effetti

dell’art.3 comma 2 D.to L.vo 39/93)

SCHEDA DI SINTESI

SINTOMI DA OSSERVARE

I sintomi che richiedono di essere osservati e monitorati, contattando il pediatra o medico di medicina generale, sono i seguenti: 

Sintomi respiratori (tosse, mal di gola, raffreddore)  

Dissenteria  

Congiuntivite  

Forte mal di testa  

Anosmia (perdita olfatto)  

Ageusia (perdita gusto)  

Dolori muscolari  

Dispnea (difficoltà respiratoria, affanno)  

Febbre ≥ 37,5° 

IL FIGLIO/A MANIFESTA SINTOMI A CASA

Se il bambino/a manifesta i sintomi a casa il genitore deve: 

  • Tenere il bambino a casa 
  • Contattare il proprio medico/pediatra 
  1. IL PEDIATRA RITIENE CHE I SINTOMI NON SIANO RICONDUCIBILI A COVID-19 
  • Il pediatra gestisce la situazione indicando le misure di cura e concordando i tempi di rientro, sulla base del quadro clinico. 
  • Il pediatra non rilascia nessuna certificazione 
  • Il figlio, una volta guarito, può tornare a scuola con la giustifica per l’assenza 
  1. IL PEDIATRA RITIENE CHE I SINTOMI POSSANO FAR PENSARE AD UN SOSPETTO COVID

 

  • Il pediatra consiglia al genitore di recarsi al punto tampone 
  • Il genitore accompagna il figlio al punto tampone con il modulo di autocertificazione (Modulo 2 in allegato)

L’ALUNNO MANIFESTA SINTOMI A SCUOLA

Se il bambino/a manifesta i sintomi a scuola:

 

  • La scuola contatta il genitore
  • Il genitore o suo delegato/a si reca a scuola a prelevare il figlio/a 
  • La scuola consegna il modello “Autocertificazione” (Modello 2, in allegato) per poter accedere al punto tampone di competenza territoriale, con l’indicazione di contattare comunque il proprio pediatra/medico di base

 1) IL PEDIATRA RITIENE CHE I SINTOMI NON SIANO RICONDUCIBILI A COVID-19 

  • Il pediatra gestisce la situazione indicando le misure di cura e concordando i tempi di rientro, sulla base del quadro clinico. 
  • Il pediatra non rilascia nessuna certificazione 
  • Il figlio, una volta guarito, può tornare a scuola con la giustifica per l’assenza 

 2) IL PEDIATRA RITIENE CHE I SINTOMI POSSANO FAR PENSARE AD UN SOSPETTO COVID 

  • Il pediatra consiglia al genitore di recarsi al punto tampone 
  • Il genitore accompagna il figlio al punto tampone con il modulo di autocertificazione (Modulo 2 in allegato) 

ALUNNO CHE HA EFFETTUATO IL TAMPONE

Se l’alunno ha effettuato il tampone con:

  1. ESITO NEGATIVO DEL TAMPONE
  • Il Pediatra può ritenere di effettuare un secondo test
  • L’alunno deve comunque restare a casa fino a guarigione clinica e a conferma negativa dell’eventuale secondo test prescritto dal pediatra
  • L’alunno rientra a scuola con l’attestazione di riammissione sicura in collettività rilasciato dal pediatra
  1. ESITO TAMPONE POSITIVO
  • Attivazione della procedura (quarantena di almeno 14 giorni – doppio tampone negativo a distanza di 24/48 ore)
  • A seguito di segnalazione di un caso confermato COVID-19, l’Ufficio di Sanità Pubblica prenderà contatti con la scuola per effettuare:
  • L’inchiesta epidemiologica, con identificazione dei contatti stretti, da individuarsi tra le persone che hanno condiviso spazi comuni nelle 48 ore precedenti l’insorgenza dei sintomi, da mettere in isolamento domiciliare per 14 giorni dall’ultimo contatto con il caso confermato ed in sorveglianza sanitaria;
  • Concordare con il Dirigente Scolastico/Referente COVID-19, i provvedimenti di contenimento della diffusione del contagio all’interno della comunità scolastica;
  • Verificare l’avvenuta guarigione del caso a seguito dell’effettuazione di due tamponi negativi a distanza di 24 ore l’uno dall’altro per il rientro a scuola;
  • Verificare tramite tampone a fine quarantena, l’assenza di infezione nei contatti per il rientro a scuola.
  • La quarantena fiduciaria sarà attivata per i contatti stretti di caso confermato (e non di caso sospetto).
  • Il periodo di isolamento fiduciario, in assenza di sintomi, si conferma essere di 14 giorni con previsione dell’esecuzione di un tampone alla fine del periodo.

ATTESTAZIONE DI RIAMMISSIONE SICURA IN COLLETTIVITÀ

Spetta al Pediatra/medico rilasciare l’attestazione di riammissione sicura in collettività, nei seguenti casi:

  • Soggetto guarito COVID-19 (quarantena di almeno 14 giorni- doppio tampone negativo a distanza di 24/48 ore l’uno dall’altro)
  • Soggetto in isolamento domiciliare fiduciario in quanto contatto stretto di caso (tampone negativo eseguito a fine quarantena)
  • Soggetto sintomatico con uno o due tamponi negativi (il secondo ripetuto a giudizio del pediatra/ medico curante), con indicato che è stato eseguito il percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19.

Non è richiesta alcuna certificazione/attestazione o autocertificazione da parte della famiglia per il rientro a scuola nei casi di sintomatologia non riconducibile a COVID-19 e che non ha richiesto esecuzione del tampone (in coerenza con le indicazioni regionali sull’abolizione degli obblighi relativi al certificato di riammissione di cui alla LR 33/2009 art.58 comma 2).

 

Il genitore giustifica l’assenza secondo le consuete modalità.

 

 

Allegati

torna all'inizio del contenuto